Informazioni utili

Consigli utili

Alcuni piccoli consigli, in un momento così delicato. Innanzitutto consigliamo di rivolgerci a imprese funebri suggerite da esperienze dirette e di diffidare delle imprese che ti contattano all'interno degli ospedali. Se possibile, meglio delegare la scelta a un familiare emotivamente meno coinvolto.
Stabilite a priori un livello massimo di spesa per il funerale. Richiedere sempre un preventivo scritto e si controlli che il totale è identico al preventivato.
Ricordiamo che i trasporti di cassette o urne si possono effettuare anche con l'auto dei familiari e che le prestazioni funerarie sono esenti dall'Iva.
Ai fini della dichiarazione dei redditi dell’anno successivo, le spese relative al funerale sostenute dai soggetti indicati nell’Art. 433 del Codice Civile (coniuge, figli e in loro mancanza i discendenti prossimi, genitori, generi e nuore, suocero e suocera, fratelli e sorelle), nel limite di € 1.549,37, sono deducibili dal reddito complessivo.

Cosa fare in caso di decesso di un congiunto

Ecco alcune operazioni da compiere al momento della morte di un congiunto. Se il decesso avviene in un'abitazione privata, occorre chiamare il medico di famiglia o la guardia medica che certifichi il decesso. Inoltre, presso l'Asl competente occorre avvisare il medico necroscopo. Entro 24 ore, occorre denunciare presso lo Stato civile la scomparsa. Se il decesso avviene in una struttura sanitaria, alla certificazione e alla denuncia provvede direttamente la direzione ospedaliera.

Cosa fare dopo il decesso di un congiunto

Quando un congiunto era titolare di contratti la quasi totalità delle pratiche può essere gestita online, andando sui siti di Enel, Inps, sul sito della propria compagnia assicurativa, Rai, Inail.

MASSA MARIO ONORANZE FUNEBRI | 48, Corso Gramsci - 71042 Cerignola (FG) - Italia | P.I. 02268700719 | Tel. +39 0885 429392 | onoranzefunebrimassa@libero.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite